Osteopatia - ttabossi -

Vai ai contenuti

Menu principale:

Osteopatia

DEFINIZIONE E PRINCIPI DELL'OSTEOPATIA

L'Osteopatia è una filosofia, un'arte manuale e una scienza medica che fonda i propri principi olistici sulla natura fisica, chimica, meccanica e psichica del corpo. Essa offre il proprio contributo terapeutico in ogni condizione patologica, garantendo i presupposti necessari alla guarigione, tramite il ripristino equilibrato di tutte le suddette forze nel corpo. L'Osteopatia si basa su pochi principi, semplici, chiari e così naturali da apparire banali allo sguardo di occhi distratti. La scienza osteopatica si fonda saldamente sui seguenti principi:

• La vita è movimento: poiché il metabolismo della cellula è in qualche modo cambiamento, rinnovamento, dinamismo, ogni restrizione di "movimento" nella fisiologia di qualunque tessuto porta alla perturbazione dell'omeostasi e quindi dello stato di salute;

• Il corpo è un tutto: la visione olistica dell'uomo/animale è il principio base dell'Osteopatia, poiché ogni parte del corpo è strettamente collegata alle altre, lavorando sinergicamente per lo stato di salute dell'organismo nel suo insieme; ogni singolo componente del corpo è parte integrante dell'unità corporea e viceversa, giungendo alla conclusione che trattando il "tutto" si tratta le singole parti che lo compongono e viceversa;

• Il corpo è dotato di una "saggezza intrinseca" che si esprime attraverso meccanismi di autoregolazione (termica, chimica, pressoria…) e capacità di auto-guarigione;

• Struttura (Anatomia) e Funzione (Fisiologia) sono intimamente correlate: così che l'una esercita un'influenza sull'altra. Ogni parte del corpo funziona secondo la sua struttura specifica: se la struttura e quindi la funzione sono integre, la malattia non può svilupparsi; altrimenti quest'ultima trova il terreno fertile per poter diventare funzionale e successivamente organica;

• La legge dell'arteria è suprema: poiché la comunicazione tra cellule e il loro mantenimento dell'omeostasi avviene attraverso la linfa ed il sangue, ogni perturbazione della circolazione linfatica o sanguigna porta ad uno stato di sofferenza e di perdita dell'omeostasi, e quindi predispone all'instaurarsi della malattia.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu